Voglio scappare dal mio lavoro – Strategie Efficaci per Affrontare Relazioni Tossiche con capi e colleghi

Molti di noi si sono trovati a dire “Voglio scappare da questo lavoro” o “Non ne posso più di quei colleghi”.

Questa frase l’ho sentita ormai migliaia di volte, e risuona in molti ambienti lavorativi, un lamento che riflette le difficoltà di molte persone alle prese con relazioni tossiche o difficili con colleghi e superiori.

In più avendo lavorato come dipendente per anni, so esattamente come ci si sente quando si vuole scappare.

La speranza di trovare sollievo in una fuga verso un nuovo impiego può sembrare una soluzione allettante, ma la realtà che pochi comprendono è che questo passo può trasformarsi rapidamente da un’illusione a una cruda delusione.

Perché accade tutto ciò?

La verità amara è che, se non affronti i problemi legati alle tue relazioni interpersonali nel luogo di lavoro, c’è un rischio significativo di ritrovarsi in una situazione altrettanto difficile, se non peggiore, in un nuovo contesto lavorativo.

Quindi oltre il danno la beffa!

In questo articolo, esploreremo come evitare di incappare in errori che possono costarti caro, in modo da migliorare le relazioni interpersonali. partendo dalla tua essenza.

Guarda il video qui sotto per saperne di più.

Scappare dal lavoro crea un danno patrimoniale

Scappare o lasciare un posto di lavoro perché ci sono difficoltà nel gestire capi e colleghi, non è mai un vero successo.

Lavorare tutti i giorni con attriti è difficile, ed è facile cadere nella tela del ragno, pensando che siano tutti dei “cattivoni” quando non si riesce a gestirli.

Questo pensiero porta la persona a fare la “vittima” inconsciamente, impedendo cosi alla mente di vedere la realtà, o eventuali possibilità di migliorarsi mettendosi in discussione.

Dare colpe è facile.

Mettersi in discussione, cambiare assetto mentale e comunicativo no, anzi, serve coraggio e impegno.

Quando una persona scappa dal posto di lavoro perché non sa gestire le persone, sta subendo un DANNO PATRIMONIALE.

Significa che sta lasciando qualcosa di sua proprietà, quindi subisce un danno.

Peggio ancora se il lavoro e lo stipendio è buono, ma il problema sono i rapporti interni con le persone.

Questo è il fallimento peggiore difficile da mandare giù.

Andare in un altro posto di lavoro con questo schema mentale ed emotivo, il rischio è quello di ritrovarsi nella stessa situazione perché non si è stato in grado di gestire la questione a livello emotivo.

Per questo motivo è importante fermarsi prima di fare azioni del genere, e capire cosa c’è da migliorare.

Comprendere l’Energia Animale e la Legge di Risonanza

Prima di lasciarsi travolgere da emozioni e sensazioni negative, è essenziale fermarsi e intraprendere azioni concrete per innanzitutto cambiare se stessi.

Mentre alcuni vedono il processo di miglioramento personale come una perdita di tempo, focalizzando esclusivamente le proprie critiche sugli altri, tale mentalità si rivela spesso fallimentare e può perpetuare il senso di frustrazione personale.

Cadere nella trappola delle emozioni negative, ti porta a vivere situazioni di disagio, fastidio e nervosismo continuo, facendo diventare la tua vita un inferno perché vedi tutto nero.

Coloro che riescono a mettersi in discussione e a trasformare la propria realtà interiore sperimentano cambiamenti straordinari, che si riflettono in maniera naturale anche nella realtà esterna.

Devi sapere che dentro di noi abbiamo un’energia animale, inconscia che lavora sul comportamento “preda – predatore”.

Questa lavora sempre senza che ce ne rendiamo conto di continuo quando parliamo con le persone, la quale riflette sulla legge di risonanza.

In poche parole, in base al tuo stato d’animo interiore, le persone modificano il proprio comportamento inconsciamente, sia nel bene che nel male.

Relazioni tossiche: Ristrutturare la Tua Prospettiva

Scappare da un ambiente di lavoro complicato potrebbe sembrare allettante, ma se non affrontiamo le dinamiche interiori, ci troveremo spesso in situazioni simili.

Se una persona è più scaltra di te, riesce a chiuderti la bocca e tu non sai come gestirla, la mentalità perdente lavora sul fallimento, sulla critica e giudizio.

“Quello è uno stronzo; mi sta sulla scatole, non lo sopporto più; solo vederlo mi viene la nausea ecc;”

Al contrario, la mentalità vincente, al posto di lavorare sul negativo e quello che si perde, si focalizza sul positivo e su quello che si può vincere.

“Wow, certo che ogni volta che parlo con lui riesce a chiudermi la bocca con due frasi, voglio capire come fa e che tecniche usa; Adesso lo osservo per bene, me lo studio e divento meglio di lui cosi lo frego”

Ricordati che la fatica è la stessa, l’unica differenza è usarla per distruggerti, o costruire.

Con il primo rimani nel problema senza vedere più nulla, rimanendo in una situazione passiva.

Nel secondo vedi la realtà e usi la mente a tuo favore per diventare più abile in modo attivo.

Il Potere della Trasformazione Personale nel lavoro

La crescita personale è fondamentale per affrontare le relazioni tossiche.

Immagina di andare al lavoro, e al posto di subire ogni volta e tornare a casa snervato o arrabbiato perché non hai saputo gestire un diverbio, hai avuto la risposta pronta chiudendo la bocca a chiunque rimanendo integro.

Una figata pazzesca lo so.

Quanta energia risparmieresti?

Questa non a magia, ma una competenza che può essere appresa.

Come nelle palestre ti insegnano a ricevere i pugni, e a tirarli, nello stesso modo io insegno alle persone a rispondere a tono in una vera palestra virtuale in video chiamata.

Supponi semplicemente di entrare in una stanza virtuale con poche persone, in cui puoi provare e riprovare ogni mossa, frase, tecnica in modo reale fino a imparare al meglio.

Non dovrai ascoltare, ma dovrai passare direttamente all’azione perché tu sarai il protagonista dall’inizio alla fine assieme ai tuoi compagni.

Potrai mettere in campo le dinamiche che ti bloccano, per poi trovare il modo di risolverle nel migliore dei modi senza più bloccarti.

Investire nella propria crescita personale non solo migliorerà la vita professionale, ma avrà un impatto significativo anche nella vita personale.

Renditi conto del tuo potenziale e prendi il controllo della tua crescita personale oggi stesso!

Ma ti avverto; questo tipo di percorso non è per tutti, ma è solo per persone veramente motivate e pronte a mettersi in discussione perché gli effetti si vedono già dal primo incontro, ma ovviamente serve coraggio e volontà di farlo.

Se vuoi anche migliorare il tuo assetto mentale e comunicativo, clicca il link qui sotto e compila il modulo.

👉 CLICCA QUI E COMPILA IL MODULO

 

Emanuele Zanella – Mental Coach
Ideatore del Metodo Flow

Lascia un commento