Emanuele Zanella, esperto di coaching. Posso aiutarti a sciogliere i blocci emotivi che ti impediscono di vivere appieno la tua giornata.

Intrusione dei suoceri nella coppia

I nonni posso essere la causa della rovina
del matrimonio perché troppo invasini?

Un bel argomento , per l’esattezza l’intrusione dei (suoceri) a livello fisico nella propria casa come se fosse casa loro, perciò la risposta è SI!

Anche qui ci sono diversi livelli, i quali possono essere a livello verbale e fisico.
Ma dai, pure a livello fisico?    Yesssssssssss, e questo perché la mente influenza il corpo, e il corpo influenza la mente.

Indipendentemente dall’età che tu, lettore, e dalla tua situazione familiare, ti sei mai chiesto quanto sia importante per te il rispetto in casa tua da parte di altre persone?

O meglio, ti sei mai fatto la domanda: 

CHE COS’E IL RISPETTO IN FAMIGLIA PER TE? 

Se vuoi puoi scriverlo in foglio di carta prima di andare avanti, anche se so che non lo farai, ma ti avviso che prima o poi se vuoi veramente iniziare un percorso di conoscenza di te stesso, dei tuoi limiti e del tuo potenziale dovrai farlo per capire certe cose su di te.

Il rispetto ha molte diramazioni, ma in questo articolo voglio focalizzarmi specialmente nelle coppie di sposi o conviventi che vivono con i suoceri nello stesso stabile, quali bifamiliare, casa 2 piani o altro, il tutto diviso da un solo muro o pochi metri.

Prima di entrare nel vivo, lascia che metta subito le cose in chiaro.

Ovviamente avere i suoceri a fianco ci sono delle agevolazioni incredibili in tutti i sensi, e questo è un dato di fatto perché aiutano la coppia in TUTTO.

Ti possono far trovare pronto da mangiare, accudire i figli gratis”, fare le commissioni di qualsiasi genere, tipo andare in posta o in farmacia sostenendo la coppia completamente, evitandole ulteriori spese di vari tipo, quali  babysitter, perdite di giorni di lavoro quando  i figli sono ammalati e  altre tantissime dinamiche che SOLO chi ha figli può capire.

Aspetta che non ho finito.  

Ci sono suocere che stirano e lavano la casa del figlio/a, stirando tutto senza chiedere mai nulla in cambio, e tutti sanno che stirare è una gran rottura di palle in una Famiglia, vero?

Pensa che tutto ciò può accadere anche senza essere mai RINGRAZIATI per quello che si fa dai figli, ritenendo tutto scontato.

Verissimo, però è grandioso finché non vengono superati certi limiti, cioè il rispetto degli spazi.
Oltre a tute queste cose bellissime che possono fare i suoceri, ci possono essere anche delle cose brutte e spiacevoli che possono compromettere il matrimonio.

E si, ci sono coppie che si sono separate grazie alle continue pressioni, forzature o intrusioni dei suoceri, aumentando cosi le discussioni e incomprensioni tra i coniugi.

La cosa più strana è anche che queste intrusioni sono di vario tipo e di vario livello, ne sai qualcosa?

Un classico esempio è la vicinanza di casa, dove i suoceri si prendono completa libertà di introdursi in casa degli sposi come se fosse casa loro.
Un’altro invece è l‘intromissione nell’educazione dei figli, un classico dei nonni possiamo dire.

L’altro invece è lo svezzamento, cioè quando uno dei coniugi è attaccato troppo ai genitori lasciando solo il coniuge.

litigio1

Ma che tipo di problemi può causare nella coppia? MOLTISSIMI.

Pensa che il problema maggiore nasce quando si sta zitti per paura di litigare creando conflitti inutili, per poi avere delle conseguenze negative di vario genere, quali le mancanze di tutti i privilegi descritti qui sopra.
Come metafora si usa spesso dire: ” Ho un rospo nello sterno che non mi va giù”.

Devi sapere che questo rospo, o scende giù, o viene su, ma se resta li, diventa marcio e inizia a emanare batteri in tutto il corpo e intaccare anche le parti buone.

Esiste un metodo preciso per risolvere questa dinamica?

La risposta è :dipende dalla coppia se é unita, e se sei pronto a muovere il culo!

Ricordati che le diramazione sono tantissime, e ogni frase può diventare innocua o fatale per qualcuno, perché ogni situazione è unica a se, e ogni pensiero forma emozione che forma energia!

Sono sicuro che sai benissimo che l’unione fa la forza, ma saprai anche che spesso questa unione quando si tratta di lottare con i familiari non c’é, diventa tutto molto più difficle e oscuro a tal punto da avere voglia di urlare e spaccare tutto dalla rabbia e la sofferenza che tutto questo ti causa.

Infatti questa mancanza di unione può portare anche specie di Competizione tra nonni e genitori quando nasce un NIPOTE.

Ora non voglio scendere nei dettagli di ogni singolo elemento, ma preferisco meterti a disposizione una serie di cose da fare e da evitare che spero ti siano utili

COSE DA FARE.

1)  Trovare il coraggio di discutere fino a trovare il coraggio di affrontare il problema EVITANDO di stare in silenzio per anni per poi scoppiare.

2) Affrontare il problema  con calma e assertività EVITANDO categoricamente l’aggressione e la rabbia.

3) Far presente quanto sia importante il vostro spazio SUBITO senza sottovalutarlo quando avviene EVITANDO di far crescere il mostro..

4) Affrontare l’argomento ASSIEME, cioè dare il sostegno necessario al proprio partner e dimostrare che la coppia è forte e unita, EVITANDO di lasciare solo il partner.  L’unione fa la forza!

5)  Strutturare  l’approccio in modo da evitare lo scontro nel miglior modo possibile EVITANDO mali peggiori, incomprensioni o altro.

Se vuoi saperne di più su questo argomento, guarda l’intervista fatta su LA7 sulle interferenze familiari, ti aiuterà a comprendere meglio alcune diramazioni sottili. Clicca qui: Intervista diretta TV LA7

Spero che queste dritte ti siano utile per evitare di far diventare la tua famiglia un luogo di incompresione e delusione, ma se dentro di te, senti che ti manca qualcosa, e vuoi capire come aumentare la Tua sicurezza Interiore, leggi l’articolo I segreti e le Interferenze dell’Autostima.

Ti sarà molto utile per capire come sia facile crearsi una realtà virtuale dentro la propria testa e rimanere ingannati seguendo schemi di pensieri limitanti.

ps: se ti è piaciuto questo post, clicca il tasto mi piace qui sotto. 🙂

Emanuele Zanella

1 Comments

Leave a comment