Emanuele Zanella, esperto di coaching. Posso aiutarti a sciogliere i blocci emotivi che ti impediscono di vivere appieno la tua giornata.

Come Difendersi Dai Colleghi Bastardi colleghi-bastardi Full view

Come Difendersi Dai Colleghi Bastardi

Se hai dei colleghi bastardi che il solo pensiero ti infastidisce sei nel posto giusto.

In questo articolo conoscerai i tranelli mentali che questi possono causare nella nostra mente.

Il luogo di lavoro spesso è peggio di una trincea dove regna la legge del più forte, anche se sarebbe meglio dire del collega più bastardo.

Ci si dovrebbe sostenere l’uno con l’altro, invece spesso è facilissimo prendere una pugnalata alla schiena che un aiuto.

Questi avvenimenti fanno più male dei colpi fisici, ti tolgono il fiato, ti smontano totalmente.

Quanto stress, nervoso, rabbia, frustrazioni e pensieri negativi inutili, i quali potrebbero essere evitati, ma…

Uno dei comportamenti dei colleghi bastardi è quando buttano merda da per tutto gratuitamente, dando la colpa agli altri delle loro mancanze o errori sugli altri.

Parlano alle spalle, puntano il dito, ti guardano storto,e tutto con la massima naturalezza come se non gli importasse nulla.

Va bene ci sta…sono dei bastardi, che puoi pretendere…

Guarda il video qui sotto per conoscere meglio le conseguenze di questi colleghi bastardi.

Hai visto il video?
Lele ho visto anche troppo, non mi serve altro.
⬇️ Dammi subito l’accesso al master ⬇️

Quando non conosciamo bene come processa la nostra mente, è un attimo far entrare il DUBBIO dentro la mostra testa che stiano tramando contro di te.

Quando il dubbio ti entra nel cervello, ogni cosa, ogni pensiero viene dibilitato perché le Tue CREDENZE vengono contaminate.
Ti viene a mancare quella sicurezza necessaria per vivere serenamente. Non sai più cosa sia giusto o sbagliato!

IL DUBBIO DESTABILIZZA E DISTRUGGE

Quando questo virus mentale ti entra entro, ti indebolisce, ti manipola senza che te ne rendi conto.
Può bastare un sorriso strano, uno sguardo mentre parlano tra loro che ti fa pensare stiano parlando di te.

Magari stanno parlando di altro, ma il dubbio alimenta le seghe mentali.

Che sia vero o no, non fa differenza, nella tua mente se si accende questo opportunità letale, è la fine, specialmente se questi infami se ne rendono conto e usano questa strategia per divertirsi, diventando cosi il loro giochino, la loro marionetta!

Quei dubbi diventano una specie di ossessione e ci si aggancia emotivamente a loro.
Si inizia a pensare alle loro facce di m…, ai loro comportamenti, a quanto ti fanno arrabbiare ecc…diventando parte integrante della tua vita.

Dormi male, lavori male, fai l’amore male, hai problemi intestinali dalla rabbia, sei nervoso a casa, ti manca l’aria ecc..

Quanta energia sprecata per dei pezzi di m…….  Ne vale la pena? No…
Ma siccome ti aggancia diventa più forte di te perché ti prende la pancia, e questo ti fa arrabbiare con te stesso, quindi oltre il danno la beffa.

Nelle sessioni di coaching per risolvere questo problema non agisco mai con strategie per difendersi dai colleghi, bastardi perché sarebbero inutili.
Prima si lavora per liberare il soggetto dai condizionamenti e seghe mentali, e poi sulle strategie.

Perché?

Perché non si può dare una Ferrari a un ragazzino che non sa guidare, andrebbe a sbattare contro un muro.

Stesso principio vale con le persone.Senza consapevolezza e la mente sgombra è inutile conoscere mille tecniche di comunicazione perché tanto le emozioni e la rabbia avrebbero la meglio.

PRIMO PASSO PER VIVERE BENE,
CAMBIA TE STESSO!

Quante volte ti sono state dette delle cose, frecce velenose, provocazioni per ferirti, prenderti in giro o sottometterti, e sei rimasto zitto per il famoso quieto vivere, per evitare di litigare e passare alle mani con conseguenze negative pesanti?

Forse più di una, o più di due, o più di dieci, o magari ormai è diventata pure un abitudine che ti ha creato dei condizionamenti.

Dai, quante volte avrai detto: “La prima volta sto zitto, la seconda anche, ma alla terza gli rispondo con cattiveria cosi vedono chi sono? Loro non mi hanno mai visto veramente arrabbiato!”

Questo ovviamente lo avrai comunicato solo ai tuoi alleati, ai tuoi amici, ma MAI ai tuoi avversari, e sai perché?

Vuoi la verità? La verità è che te la fai sotto, hai paura, questo è il fatto, e ora ti spiego il perché.

Se ti mandano delle frecce pesanti per provocarti,  ridere di te, sottometterti o farsi vedere più forti, e tu stai zitto la prima volta e mandi giù per il quieto vivere, stai zitto la seconda e mandi giù, stai zitto la terza, dopo lo farai anche la terza, la quarta, la quinta e la decima.

Questo perché ormai hai attivato il meccanismo di blocco interiore e condizionamento interno mentale e meccanico che anche se reagirai, lo farai in modo INSICURO E DEBOLE che rinforzerà il DUBBIO creato nella tua mente.

Il tuo focus viene sabotato!

In poche parole se non stai attento senza saperlo inizi a comportarti da PERDENTE, non non da vincente.

Questo blocco forma da pensieri dominanti che creano un dubbio, un pensiero di incertezza sulle conseguenze di vari comportamenti, che a sua volta diventa fisico; Mi spiego meglio:

Il pensiero forma emozione, L’emozione forma energia, l’energia forma vibrazione, e in base ad esse la tua mente e il corpo agiscono in modo sicuro, determinato e forte, oppure INsicuro, Indeciso e Debole.

I pensieri sono molti, ma devi fare molta attenzione che ci forma un pensiero dominante, il quale può essere rappresentare l’IMPEDIMENTO, o L’INCAPACITA’.

IMPEDIMENTO E INCAPACITÀ:
DUE VIRUS LETALI CHE UCCIDONO

Se dentro di te si è formato l‘impedimento, ti sentirai sempre con le mani legate, impossibilitato di agire, e quindi ti adatterai sempre a NON fare nulla,  a rimanere immobile e soccombere.

Invece se si forma il dubbio di essere un INCAPACE, allora avrai paura di reagire perché temi che qualsiasi cosa dirai, sarà usata contro di te perché non sei all’altezza, non sei ok, non sei capace di contrastare i tuoi avversari.

Quando si attuano questi meccanismi distruttivi, la persona diventa vittima di stesso e dei suoi pensieri perché giorno dopo giorno li alimenta con il suo dialogo interno, il suo atteggiamento, comportamento, movimento meccanici e fisiologie errate e limitanti.

Cosi facendo viene strappato e condizionato la libertà di pensiero e di azione perché ci si aggancia a livello energetico a quel vampiro.

TI RACCONTO UNA STORIA:

Un giorno vengo contattato da un uomo sulla quarantina perché si sentiva insicuro, debole,  e si era reso che aveva degli impedimenti che non gli permettevano di agire liberamente e in totale sicurezza alle riunioni di lavoro e confrontarsi con i colleghi.

Iniziamo la prima sessione di coaching, capiamo  per bene in che modo questi impedimenti si manifestavano in tutte le sue performance e iniziamo a capire cosa è successo.

Dopo poco, arriviamo all’evento che ha causato il dubbio: era appena stato assunto nel luogo di lavoro, ed essendo il classico novellino, si è trovato a un pranzo di lavoro con i colleghi bastardi che lo hanno deriso per tutto il tempo.

Lui per paura di perdere il nuovo lavoro, ha fatto la cosa che in quel momento gli è venuta meglio, ha subito in silenzio reagendo e sorridendo per scaricare la tensione, la vergogna e l’imbarazzo  che questi gli causavano.

Hanno infierito per tutto il tempo, e siccome i pensieri formano emozioni che formano energia, prova ad immaginare quanta energia ha REPRESSO.

Ha usato il suo corpo come bidone dei rifiuti emotivi, trattenendo per anni tutta quella porcheria. 

Il problema è che quando tieni un mostro dentro di te, questo diventa sempre più grande perché viene alimentato giorno per giorno.

Diventa sempre più forte e pericoloso giorno dopo giorno, cambiando radicalmente gli schemi mentali e la propria identità.

Quando siamo arrivati al fulcro, ha iniziato a urlare come un pazzo per buttare fuori tutta quella rabbia compressa che aveva tamponato, bloccato e trattenuto per tutto quel tempo fino al grande passo per la liberazione.

Dopo pochi giorni mi scrive che ha iniziato a vedere da subito i primi cambiamenti, si sentiva più sicuro e riusciva rispondere a tono ai bastardi perché aveva dimezzato l’energia negativa che i suoi colleghi gli creavano, riuscendo cosi ad avere la risposta pronta perché la rabbia non vibrava più dentro di lui e lo rendeva suo schiavo.

Non è quello che fai,
ma come lo fai che fa la vera differenza!

Siamo andati avanti e abbiamo buttato fuori altra porcheria emotiva con delle belle decompressioni, ha buttato fuori il male che tratteneva dentro di lui fino alla fase finale, cioè perdonare i suoi aguzzini.

Questo è un passaggio fondamentale per liberarsi del male!

Devi sapere che odiare una persona rimane agganciata ad essa, e quindi vittima oltre che debole, ma per fare questo, mettiti bene in testa che devi passare per il TUO LATO OSCURO!

Da quel momento in poi, ha ottenuto il rispetto dei suoi colleghi,  ha imparato ad ACCETTARE le prese in giro e reagire in modo automatico alle provocazioni rispedendo al mittente le frecce velenose come un bumerang.

Una soddisfazione enorme vero? Era a mille quando mi raccontava i suoi successi, sia personali che lavorativi perché essendo più sicuro, ha sbaragliato i suoi rivali con facilità!

Se stai pensando che gli avrò insegnato le migliori tecniche di comunicazione persuasiva per distruggere quei bastardi, ti sbagli di grosso perché io sono contrario a quelle buffonate.

Seguo da anni fighters professionisti di tutta Italia, atleti e maestri per migliorare al massimo le prestazioni nel combattimento, e ti assicuro che per la mente non fa alcuna differenza combattere verbalmente o fisicamente, si innescano gli stessi identici processi interni e quindi esterni.

Stesse emozioni, stesse paure, stessi dubbi, stesse sensazioni fisiche, stesse scariche ormonali, stessi blocchi, e stesse conseguenze.

Ho lavorato come dipendente per anni, e alcuni personaggi erano veramente vergognosi, quindi so bene come ci si sente.

A questo punto, cosa devi fare per difenderti dai colleghi bastardi? Ecco qui la sequenza che puoi fare da solo:

1 Riconosci come il tuo corpo viene influenzato per gestire le tue emozioni.
2 Rimuovi i tuoi blocchi energetici e porta l’attenzione al tuo dialogo interno (scrivilo su carta).
3  Impara a respirare in modo adeguato visto che il respiro è la prima parte che viene influenzata dalle emozioni.
3 Conosci te stesso ed entra nel tuo lato oscuro per capire se hai PAURA, solo cosi potrai vincere.
4 Perdona in modo da SGANCIARTI a livello energetico dai virus.
5 Evita di imparare tecniche segrete inutili se non sai gestire le tue energie, perché ti si rivolteranno contro.

Ricordati, prima di imparare le tecniche, devi imparare a conoscere te stesso, far uscire il male che sta dentro di te e che ti condiziona, che ti manipola.

Solo dopo potrai mettere in atto anche le frasi più semplici riscontrando RISULTATI INCREDIBILI.

Lele sono pronto!
⬇️ Dammi subito l’accesso al master ⬇️

Emanuele Zanella-Mental Coach

Leave a comment