Come Difendersi Dai Colleghi Bastardi

Lavori con colleghi bastardi che ti rendono la vita un inferno?

Solo il pensiero di vedere certi colleghi ti viene la nausea?

I loro comportamenti ti fanno venire l’ulcera dalla rabbia?

Impara a difenderti dai colleghi bastardi applicando
la psicologia da combattimento per vincere sui tuoi
avversari senza cadere nei loro tranelli

In questo articolo conoscerai i tranelli mentali che questi colleghi bastardi possono causare dentro la tua testa.

Il luogo di lavoro spesso è peggio di una trincea dove regna la legge del più forte, anche se sarebbe meglio dire del collega più bastardo.

Il problema che pochi conosco, è che la guerra avviene prima di tutto dentro la propria mente.

Quanto stress, nervoso, rabbia, frustrazioni e pensieri negativi inutili, i quali potrebbero essere evitati, ma…

Uno dei comportamenti dei colleghi bastardi è quando buttano 💩💩sugli altri senza assumersi mai le proprie responsabilità.

Se vuoi conoscere meglio le conseguenze di questi colleghi bastardi possono creare, guarda il video qui sotto.

Hai visto il video?
Lele ho visto anche troppo, non mi serve altro.
⬇️ Dammi subito l’accesso al master ⬇️

Quando non conosciamo bene come processa la nostra mente, veniamo destabilizzati e divoranti dai pensieri contorti.

Quando il dubbio ti entra nel cervello, ogni cosa, ogni pensiero viene debilitato perché le Tue CREDENZE vengono contaminate.

Ti viene a mancare quella sicurezza necessaria per vivere serenamente.

Non sai più cosa sia giusto o sbagliato!

Scopri come eliminare il dubbio dalla tua mente
per aumentare il tuo potere personale

“Staranno parlando male di me quelle schifose?”

Che sia vero o no, tu soffri perché il dubbio ti distrugge, ti toglie potere ed energia!

Inizi a combattere contro un nemico invisibile.

Quando questo virus mentale ti entra entro, ti indebolisce, ti manipola senza che te ne rendi conto.

Può bastare un sorriso strano, uno sguardo mentre parlano tra loro che ti fa pensare stiano parlando di te.

Magari stanno parlando di altro, ma il dubbio alimenta le seghe mentali e pensi a qualsiasi cosa.

Questo avviene quando hai una mentalità perdente!
Cosa vuol dire?
Significa Perdere energie, emozioni, soldi e tempo per qualcosa che non è reale!

Quando cadi in questi tranelli per te è la fine.

Peggio ancora se questi infami se ne rendono conto e usano questa strategia per divertirsi, diventando cosi il loro giochino, la loro marionetta!

Quei dubbi diventano una specie di ossessione e ci si aggancia emotivamente a loro.

Da quel momento in poi pensi sempre a:

  1. alle loro facce di 💩💩,
  2. ai loro comportamenti,
  3. a quanto ti fanno arrabbiare,
  4. a come ti guardano quando parlano  insieme
  5. a come ti fanno sentire ecc

Cosi facendo diventando parte integrante della tua vita, e sei fottuto perché ti entrano nel dna!

Quindi che succede?

  1. Dormi male,
  2. lavori male,
  3. fai l’amore male,
  4. ti vengono problemi,
  5. sei nervoso a casa,
  6. sei nervoso al lavoro
  7. pensi sempre a loro,
  8. cerchi un altro posto per scappare
  9. soffri come una bestia
  10. perdi la tua autostima
  11. diventi aggressivo con le persone buone
  12. entri in uno stato di frustrazione continua

Quanta energia sprecata!

Cosi facendo diventa proprio una vita di 💩💩!

Ne vale la pena? No

Vuoi svegliarti una volta per tutte,
o vuoi continuare a farti massacrare?

Nelle sessioni di coaching per risolvere questo problema non agisco mai con strategie per difendersi dai colleghi bastardi perché sarebbero inutili.

Lavoro sulla consapevolezza interiore e sulla psicologia del combattimento semplificata!

Senza consapevolezza e la mente sgombra è inutile conoscere mille tecniche di comunicazione perché tanto le emozioni e la rabbia avrebbero la meglio.

Aiuto le persone e atleti con un modello di coaching avanzato unico nel suo genere completamente pratico.

Impara la psicologia da combattimento per
vincere senza sprecare energie inutilmente

Quante volte ti sono state fatte delle provocazioni, e sei rimasto zitto per il famoso quieto vivere, o perché non hai avuto la risposta pronta?

La risposta è una:
Non hai saputo combattere nel modo giusto, e hai subito!
Hai perso, e hai ragionato da perdente!

Ricordati che per attaccare, prima devi saper incassare!

Se vuoi essere un vincente, devi:

  1. imparare ad avere nervi saldi e gestire le tue emozioni
  2. rimanere centrato quando devi affrontare il nemico
  3. formare una struttura mentale forte e radicata
  4. conoscere le regole psicologiche del combattimento
  5. usare la forza dell’istinto a tuo favore
  6. disarmare il tuo avversario con il sorriso senza farti coinvolgere

Sono un ex pugile agonista, sono nello sport da combattimento da quasi 30 anni e da 15 aiuto gli atleti a salire sul ring per combattere al meglio.

La psicologia nel combattimento ha delle regole ben precise da seguire per essere dei vincenti, e conoscerle e applicarle ti permette di esprimere una forza interiore incredibile.

Se ti mandano delle frecce pesanti per provocarti, e tu stai zitto la prima volta e mandi giù perché sei troppo coinvolto per rispondere:
1. ti trema la voce
2. ti tremano le mani
3. ti tremano le gambe
4. il cuore batte forte
5. ti mangi e parole
6. fai confusione

Queste sensazioni sono  primi problemi da sistemare.

Lascia stare tutte le minchiate che vengono proposte inutili sull’autostima senza sapere nulla sui combattimenti mentali.

Te lo dico ancora: il combattimento nasce prima nella mente con te stesso!

scopri alcuni principi della
psicologia del combattimento

  1. Se ti senti insicuro, sarai preda.
  2. Se ti senti arrabbiato, sarai preda.
  3. Se ti senti frustrato, sarai preda.
  4. Se ti senti frustrato, sarai preda.
  5. Se pensi troppo, sarai preda.
  6. Se li vedi come nemici, sarai preda.
  7. Se li affronti per distruggerli, sarai preda.

Stiamo parlando di processi cognitivi molto profondi che fanno la differenza, e ti permettono di essere un vincente dentro di te ancora prima di pensare!

Se hai una mentalità che spreca energie, si aggancia alla prima provocazione ecc, significa che hai una mentalità perdente.

Ti racconto la storia di una battaglia vinta di
un lavoratore umiliato il primo giorno di lavoro

Un giorno vengo contattato da un uomo sulla quarantina perché si sentiva insicuro, debole.

Si era reso che aveva degli impedimenti che non gli permettevano di agire liberamente e in totale sicurezza alle riunioni di lavoro e confrontarsi con i colleghi.

Iniziamo la prima sessione di coaching, capiamo  per bene in che modo questi impedimenti si manifestavano in tutte le sue performance e iniziamo a capire cosa è successo.

Dopo poco, arriviamo all’evento che ha causato il dubbio:

Era appena stato assunto nel luogo di lavoro, ed essendo il classico novellino, si è trovato a un pranzo di lavoro con i colleghi bastardi che lo hanno deriso per tutto il tempo.

Lui per paura di perdere il nuovo lavoro, ha subito in silenzio.

Ha usato il suo corpo come bidone dei rifiuti emotivi, trattenendo per anni tutta quella porcheria. 

Il problema è che quando tieni un mostro emotivo dentro di te, questo diventa sempre più grande perché viene alimentato giorno per giorno.

Quando siamo arrivati al fulcro durante la sessione, ha iniziato una catarsi  scaricando la rabbia compressa che aveva tamponato fino a liberarsene completamente fino a perdonare i suoi aguzzini.

Questo è un passaggio fondamentale per liberarsi del male e dei loro condizionamenti.

Dopo pochi giorni mi scrive che ha iniziato a vedere da subito i primi risultati:
Si sentiva più sicuro e riusciva rispondere a tono ai colleghi bastardi in modo fluido perché non se la prendeva più.

Se noti bene, è diventato immune al loro giudizio, e ha aumentato il suo potere personale e la sua autostima senza lavorare sulle tecniche comunicative.

Se vuoi vincere le battaglie, devi liberare la tua
mente dai giudizi degli altri e diventare neutrale

Seguo da anni fighters professionisti di tutta Italia, atleti e maestri per migliorare al massimo le prestazioni nel combattimento, e insegno le stesse strategie anche nella vita e nel lavoro.

Ti assicuro che per la mente non fa alcuna differenza combattere verbalmente o fisicamente.

Si innescano gli stessi identici processi interni e quindi esterni.

  1. Stesse emozioni,
  2. stesse paure,
  3. stessi dubbi,
  4. stesse sensazioni fisiche,
  5. stesse scariche ormonali,
  6. stessi blocchi,
  7. stesse conseguenze.

Ho lavorato come dipendente per anni; so bene come ci si sente.

A questo punto, ecco cosa devi fare per difenderti dai colleghi bastardi?

  1. riconosci come il tuo corpo viene influenzato
  2. gestisci le tue emozioni.
  3. rimuovi i tuoi blocchi energetici
  4.  impara a respirare quando sei sotto stress.
  5. Perdona in modo da SGANCIARTI a livello energetico dai virus.
  6. blocca la mente e agisci in totale libertà
  7. Evita di imparare tecniche segrete inutili se non sai gestire le tue energie.

Ricordati, prima di imparare le tecniche, devi imparare a conoscere te stesso, far uscire il male che sta dentro di te e che ti condiziona, che ti manipola.

Se vuoi imparare avere la mente sgombra e avere la risposta pronta nei momenti di stress contro le persone alterate, impara le tecniche avanzate della mentalità vincente.

Saranno tue per sempre!

 

Emanuele Zanella-Mental Coach
Esperto in sviluppo dello stato di Flow e Mentalità vincente.

Un commento su “Come Difendersi Dai Colleghi Bastardi”

Lascia un commento