Emanuele Zanella, esperto di coaching. Posso aiutarti a sciogliere i blocci emotivi che ti impediscono di vivere appieno la tua giornata.

Come influisce il lato oscuro della forza del passato nello sport e nella vita. lato-oscuro Full view

Come influisce il lato oscuro della forza del passato nello sport e nella vita.

In che modo i demoni interiori del passato possono influire sulle performance e addirittura distruggere il presente senza averne l’idea?

O meglio, è veramente possibile una cosa del genere?

In più, è possibile che il passato possa influire in modo forte le performance quando si sale sul ring?

IL PASSATO INFLUISCE NEL
PRESENTE E NEL FUTURO

Immagina di avere il potere di cancellare tutte le cose brutte del passato, di poter cancellare tutto il dolore che questi ti hanno causato e che hai dovuto sopportare, che cosa succederebbe nella tua vita?

Come cambierebbe?  Saresti la stessa persona oppure saresti qualcun altro, o qualcosa altro?

Domande quasi subdole che proiettano alla fantasia che cercano di staccarti dalla realtà lo so, ma ti chiedo cortesemente di mettere da parte solo per alcuni minuti la mente razionale e di spegnere uno dei grandi sabotatori della mente umana, cioè il (giudizio), lasciandoti guidare dalla tua parte creativa.

Perché questo? Semplice, perché viviamo nell’era dei pregiudizi e dei condizionamenti altrui, e questo è un male per l’essere umano in ogni ambito perché si stiamo scendendo a livello viscerale, cioè di pancia dove risiedono le energie vitali e le emozioni più profonde che governano e modificano la parte razionale senza che l’individuo se ne renda conto.

Io ho fatto molti errori, e tra questi molti erano condizionati in modo fortissimo dal mio passato che mi perseguitava nei momenti importanti, e questo perché venivano attivati dalle emozioni di riflesso che facevano da innesco. La cosa sorprendente è che facevano parte della mia famiglia di origine, cioè da dove partono le fondamenta di ogni persona quando è ancora tenera.

Quando accade questo, si fa di tutto a livello razionale per combattere al meglio, ma devi sapere che l’inconscio è molto più forte della mente conscia, è molto potente, e se questo non è ben allineato può creare diversi problemi fino a metterti i bastoni tra le ruote nei momenti più importanti.

In che senso? Nel senso che in momenti neutri le emozioni sono a zero, non ci sono stimoli forti, quindi le vibrazioni interne sono basse e calme.

Il problema nasce quando ci sono i momenti importanti che attivano le emozioni, e queste creando vibrazioni interne visto che il corpo è formato da acqua, stimolando il lato oscuro dove risiedono cadaveri energetici, questi vengono stimolati emanando tossine nella mente che influisce il corpo con una potenza impressionante.

La cosa più meschina in assoluto, è che questi cadaveri energetici, conoscono molto bene i punti deboli della persona, attaccandola con precisione chirurgica nelle cose più importanti che tiene di più, lasciandolo la presa solo una volta finito il lavoro.

Ti faccio il mio esempio personale di quanto il passato può influire anche sul ring.

Io non ho mai ricevuto un complimento da mio padre, e siccome per l’inconscio il proprio maestro diventa ( mamma-papà-zio-fratello-tutto), per me l’aspirazione e il bisogno era quello di avere l’approvazione del mio maestro, cioè detto più terra-terra, avevo una paura fottuta di deluderlo.

La paura che sia di sbagliare, di restare senza fiato, o di deludere il proprio maestro, è sempre paura, e fa esattamente la stessa cosa se non la sai gestire.. ti paralizza, ti blocca, ti strappa via i sogni ecc…. e questa dopo diventa qualcosa di più che si forma dentro di te, qualcosa che brucia lentamente e tiene sempre la fiamma viva senza spegnersi mai, cioè il RIsentimanto, il Rancore o Rimorso, che sono dei veri mostri letali.

Devi sapere prima di andare avanti, che la paura NON è ne buona, ne cattiva, la differenza è come la vivi dentro di te che fa la vera differenza, ma se la lasci li, questa avrà sempre il controllo della tua vita.

Infatti con tutti gli atleti che seguo, lavoro sempre in due livelli, cioè quello meccanico che riguarda il respiro e tecniche mentali,  e quello emozionale profondo che riguarda i blocchi energetici legati al passato che influiscono il presente.

Una volta aperto i canali di energia, allora tutto inizia a scorrere, eliminando cosi anche i condizionamenti che fanno da freno a mano, aumentando cosi il proprio potenziale al massimo in modo naturale.

Ti faccio un esempio:
Supponi di allenarti duramente per un match, un esame o altro, e che nel momento fatidico dopo una grande preparazione la tua mente si spegne, dimenticando tutte le tue competenze. Tu provi in tutte le maniere, ma dentro di te si forma una forza oscura molto potente che ti attanaglia, ti blocca e ti rende impotente.
Tu provi a reagire, ma questa usa la tua energia per alimentarsi e diventare più forte per lottare contro di te.

Poi arriva la fine, e questa automaticamente quasi per magia scompare, e ti lascia sola con te stesso e i tuoi pensieri più distruttivi, cioè i pregiudizi verso te stesso, facendoti pensare che sei un fallito, un buono a nulla, che non vale niente e che se sbagli è per colpa tua.
Niente di più sbagliato, ma anche se lo sai, riesci a fermarlo?
.

Devi sapere che il pensiero forma Emozione- L’emozione forma Energia. Se questa energia forma un blocco, allora diventa un blocco energetico che lavora contro di te alterando il presente nei momenti emozionali, e per forza di cose anche il futuro modificando il tuo modo di agire e di pensare, e quindi anche il tuo comportamento.

In questi casi ci sono due strade: Una e farsi guidare dal passato facendosi condizionare il presente restando legati alle vecchie ferite, rancori e risentimenti… ( cose NON risolte).

I BLOCCHI DEL PASSATO
CONDIZIONANO IL FUTURO

La seconda è prendere in mano la situazione usando i giusti metodi e affrontare ogni demone interiore uno per volta, in modo da fargli perdere la loro forza negativa che hanno sul presente, smettendo di combatterli ma diventandone amici usando le adeguate strategie.

Questi demoni sono come dei cobra nascosti dentro di te che si fingono morti, ma invece sono vivi e ti colpiscono proprio nei momenti importanti della tua vita, per poi indietreggiare lasciandoti che il veleno faccia i suoi danni.

Questo purtroppo a volte accade a diversi fighter quando hanno dei match importanti, i quali si trovano a combattere con dei mostri fortissimi e invisibili che non centrano nulla con il ring, ma che schizzano veleno ugualmente nel presente per rovinare il futuro tenendo legati al passato.

Quella energia che tu lo voglia o no, è dentro di te, e se impari ad usare quella energia a tuo favore, e non più contro, allora non combatterai più contro te stesso, ma combatterai solo contro i tuoi nemici esterni usando la tua energia del passato come esperienza e forza.

Molti mi chiedono: Ma è facile?

Io rispondo sempre sinceramente: No, forse sarà dura e dovrai soffrire per liberartene. Non è cosi semplice entrare nelle parti ferite del nostro corpo e della nostra anima senza far fatica perché vuol dire risvegliare le proprie ferite portandole a galla.

Molti preferiscono fare finta di nulla come se non fosse successo nulla, ma immagina che un tuo nemico ti seppellisca un cadavere in camera tua, tu lo sai, ma fai finta di nulla perché ritieni che sia la scelta migliore.
Secondo te, cosa accade? E’ una scelta saggia?

Sono sicuro che ti rendi conto perfettamente che quel cadavere va in putrefazione ed emana tossine.. ma prova ad immaginare se questi cadaveri al posto di essere uno solo, diventino 10-20-50 cadaveri, cosa può succedere dentro quella stanza giusto?

A volte invece questi killer di energia sono presenti nel mondo esterno fuori casa, quali ( amici, colleghi, parenti) , la cui lingua è come una spada affilata per colpirti alle spalle quando meno te lo aspetti, ritrovandoti con la guardia scoperta e un nemico che ti ferisce, risucchiandoti cosi energia vitale, e questo avviene specialmente quando sei scarico e non riesci a reagire, e quasi mai quando sei in piena forza, facendo diventare quel episodio un vero massacro emotivo ed emozionale.

Molto spesso in questi casi, si diventa vittima, assumendo anche il comportamento adatto, cioè subire piuttosto di reagire.

In questi casi una delle cose più importanti da fare, è liberarsi prima possibile che si incastri nella propria mente dei sensi di colpa, dubbi o giudizi che tolgono completamente l’equilibrio per lungo tempo, perché se avviene questo poi diventa sempre più difficile stare bene, lavorando anche sulla propria autostima personale e sulla propria lettura cognitiva.

Bisogna riconoscere che tipo di conseguenze ha creato dentro di te quel demone, quel blocco, quel tradimento, quel torto, quella sconfitta, portandole a galla prima possibile prima che sprofondino negli abissi viscerali, formando paure e confusioni inutili.

Non a caso se inizi a dubitare di te stesso, diventi molto più suggestionabile e facile da (intortare), rendendo debole la tua mente agli stimoli esterni negativi, diventando cosi un burattino.

Tramite un semplice articolo, sarei un ipocrita darti la soluzione a queste dinamiche, ma se vuoi veramente iniziare a fare qualcosa per te stesso da solo in modo concreto, inizia prendendo carta e penna scrivendo in modo dettagliato un evento a piacere della tua vita e in che modo ha influito su di te e su cosa.

Saprai benissimo che la mente-mente, e se ti stai avvicinando a qualcosa che fa male, lei scappa automaticamente distraendoti in qualche modo sottile, portandoti dove vuole lei.

Non a caso, vale sempre la regola base:
Ogni coach ha il suo coach! Non si può far da soli perché la mente-mente!

Se vuoi fare un bel lavoretto da solo, scrivi anche tutti i problemi somatici che hai, e poi fatti una ricerca, di sicuro ti si aprirà un mondo.

Ma quando lo fai, e se lo farai, fatti sempre questo calcolo:
Fra cinque anni, come sarai tenendo con te tutto questo?  Fra 10 anni?

Ti faccio queste domande perché nella foto del post c’è una fiamma bassa, che rappresenta la fiamma delle emozioni che bruciano dentro di te lentamente.

Invece prova per un attimo a cancellare tutto di nuovo, e immaginare fra cinque anni come sarebbe la tua vita avendoti liberato delle cose dolorose del tuo passato? Quanta energia avresti in più? Come reagiresti agli eventi esterni?

Se vuoi approfondire come il passato influisce il presente, guarda il video qui sotto con l’ipnotista Nicola Carpeggiani, ti aprirà la mente a nuovi orizzonti.

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=A3pE__Hw5Gc&t=2s” width=”320″ height=”280″]https://www.youtube.com/watch?v=qbzXfbnk04A[/youtube]

Ora che siamo alla fine, ti lascio una frase molto importante da prendere seriamente in considerazione:
Noi NON siamo il frutto di quello che i nostri genitori ci hanno insegnato, ma di quello che ci hanno trasmesso!

A questo punto, mi viene da consigliarti un articolo correlato sui tre passi essenziali che riguardano un’azione importante in modo che non resti solo un buon pensiero.     I tre pilastri motivanti di un combattente.

Spero che tutto questo, ti sia utile per aver attivato i meccanismi utili per trovare il tuo equlibrio aumentando la tua consapevolezza interiore se dentro di te vive quella fiamma che bricia in silenzio indisrtubata oppure se sei in pieno equilibrio.

 

Se ti è piaciuto questo post, clicca il tasto mi piace qui sotto e condividilo con i tuoi amici.

Emanuele Zanella

Leave a comment