Come eliminare rabbia e frustrazioni del lavoro quando stai per diventare matto

Quante volte ti è successo di tornare a casa con la voglia di spaccare tutto dalla rabbia?

Avere un nervoso che ti manca il fiato?

Immagino tante volte.

Non importa se per colpa di altri, per imprevisti tecnici o per colpa tua, quello che resta è la rabbia e la voglia di spaccare tutto.

Le tecniche per eliminare le emozioni negative sono molte, ma bisogna considerare se poi sono veramente devono essere semplici e fattibili.

Impara a scaricare la rabbia e la sofferenza
quando
stai passando un periodo
difficile e feroce senza uccidere nessuno

Nel video qui sotto puoi vedere alcuni modalità semplici per scaricare e gestire le emozioni negative usando il corpo.

Spesso usiamo il corpo come bidone dei rifiuti emotivi, e poi ci lamentiamo perché stiamo male.

Guarda il video e metti in pratica, sarà salutare per te!

Hai visto il video? Hai provato? 

Se non lo hai fatto, metti in pratica con decisione, ti aiuterà a smaltire la rabbia anche nel lavoro.

Perché?

Tutti sappiamo che spesso il luogo di lavoro causa molte conseguenze negative quali:

  1. rabbia,
  2. nervosismo,
  3. problemi allo stomaco,
  4. insonnia, stress,
  5. frustrazioni,
  6. calo del desiderio,
  7. stanchezza fisica e mentale

Sappiamo anche che specialmente in questi periodi si è costretti a sopportare e a scendere a compromessi per lavorare.

 Ti trovi costretto a  “mandar giù il rospo”.

Se ti incazzi tutti i giorni come una bestia a causa dei colleghi, capi o dipendenti, devi imparare a gestire le tue emozioni se non vuoi lasciarci le penne.

Cosi facendo stai dando potere a ci ti fa arrabbiare, pensando e agendo la perdente.

In pratica non hai più controllo dei tuoi pensieri, ma stai consegnando le chiavi della tua mente ad altri.

Se vuoi agire da vincente, devi imparare
ad avere controllo dei tuoi pensieri

Vediamo ora una serie di dritte per sciogliere queste emozioni negative e cambiare le percezioni con le persone “odiose”.

Attenzioni però: Io con i miei clienti non uso mai queste tecniche, agisco direttamente sulla psicologia da combattimento, ma lo vedremo più avanti.

1   Cambiare percezioni con la PNL.
C’è chi dice di immaginare la persona in questione a cambiarle immagine, vestiti, voce fino a renderla ridicola per cambiare percezione

3   Descrivere la rabbia.
Se vuoi essere ancora più efficace, oltre ad esprimerla a voce alta, scrivila tutta in un foglio di carta e poi leggila a voce alta. Quello che hai in testa se lo porti fuori completamente perde potere e si indebolisce perché lo rendi visibile, quindi più la descrivi dettagliatamente, e più si indebolirà.

4     Esercizio fisico.
Fai qualche bella camminata o corsetta in mezzo alla natura se possibile portando l’attenzione sul respiro lasciando andare i pensieri negativi, quindi portare l’attenzione volontaria su di te e basta.

5  Focalizzati sulle soluzioni
Evita di logorarti per delle teste di XXX, ma focalizzati su come agire per smettere di pensare a loro.

Questi sono cinque punti che non
farai mai perché non servono a nulla

Mio caro lettore, voglio essere sincero.

Se devi entrare nel campo di battaglia, impari a gonfiare palloncini, o impari a combattere?

Immagino la risposta.

Bene, allora iniziamo a fare sul serio.

Metti in testa una cosa importante,  ma scrivila nel cervello!

Per il cervello non fa alcuna differenza tra un combattimento fisico e verbale.

Quando vedo gente che spendono soldi  per imparare tecniche micidiali mi fanno pena.

Vuoi sapere perché?

Perché non le metteranno mai in pratica nelle situazioni difficili, e si sentiranno peggio.

In 15 anni che faccio questo mestiere, e aiuto i fighter a combattere con nervi saldi, concentrati al massimo applicando la psicologia da combattimento, ho sempre agito sui principi, e mai sulle stronzate.

Perché?

Conoscere le tecniche, e non saperle mettere in pratica quando servono, è il fallimento peggiore.

Hai speso soldi per niente.
Ti senti uno schifo totale.

Devi sapere che i problemi al lavoro, posso minare in modo potente la propria autostima, perdendo cosi la propria vitalità, sicurezza e forza interiore, demotivazione, perdita della creatività, problemi sessuali ecc.

Più diamo importanza alle cose o persone brutte, e meno la dai a te.

Cosi perdi il tuo potere personale, e vali meno di una sigaretta per i tuoi aguzzini.

Se vuoi cambiare la tua vita, devi eliminare le stronzate, e imparare le regole della mentalità vincente per riprendere il Tuo potere personale.

  1. Impari a rimanere calmo in mezzo alla bufera
  2. Se ti arrabbia lasci andare l’emozione in pochi secondi
  3. Accetti le sfide he vuoi tu senza cadere nel tranello del tuo orgoglio
  4. Smetti di logorarti mentalmente sui fallimenti
  5. Ti focalizzi sulle soluzioni in modo automatico
  6. Risparmi energie fisiche e mentali
  7. Vivi meglio e fai meglio l’amore
  8. Aumenti la tua autostima
  9. Gli altri non ti fanno più incazzare come prima

Bene…come fare?

Per fare questo devi capire chi sei, come agisci agli impulsi prima di tutto.

Devi conoscere esattamente come processa il tuo corpo e la tua mente quando sei sotto stress.

Una volta compreso serve passare al condizionamento attivo, cioè lo modifichiamo insieme in modo pratico.

Non ti faccio immaginare, ti faccio agire cosi impari a farti scivolare addosso le provocazioni e avere la risposta pronta.

Tutto questo viene agendo sul tuo istinto.

Se non hai paura, ne rabbia, vuol dire che sei connesso, presente, e quindi rispondi a tono senza indugio.

A questo punto puoi scegliere di imparare le migliori tecniche della psicologia da combattimento con un percorso personale su Skype, oppure studiare da casa tutte le volte che vuoi le varie lezioni accedendo al master sulla mentalità vincente.

 

Emanuele Zanella- Mental Coach – Analogista

Lascia un commento

Website Protected by Spam Master