Emanuele Zanella, esperto di coaching. Posso aiutarti a sciogliere i blocci emotivi che ti impediscono di vivere appieno la tua giornata.

Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotiva come gestire-stress Full view

Come affrontare lo stress e persone difficili al lavoro usando l’intelligenza emotiva

Lo sapevi che ci sono persone che preferiscono essere compiaciute, e altre contraddette a livello emotivo ma non lo sanno?
Dico questo perché noi abbiamo una mente razionale e quella emotiva che gradiscono cose differenti l’una dall’altra, e conoscere bene quale fai parte di ti può aiutare a evitare tantissime arrabbiature con le persone che ti sono un pò ostili, compreso il mondo del lavoro.

Viviamo in un mondo in cui tutti pretendono molto,  il lavoro è sempre più competitivo, e le pretese aumentano sempre di più, creando livelli di stress allucinanti. Persone che ti fanno arrabbiare, che urlano, un delirio insomma.

Quando ti arrabbi, per quanto tempo rimani ancorato a quella emozione?
Riesci a cambiare stato emotivo come vuoi tu, oppure lo subisci fino a un tempo indeterminato?

Usi un Metodo Specifico per gestire queste situazioni o improvvisi come viene?

Subiamo continuamente provocazioni da tutte le parti, ma spesso accade di arrabbiarsi perché viene presa sul personale anche se non è vero. Al lavoro sono sempre più esigenti al punto che dovremmo sdoppiarci per fare il lavoro assegnato, mettendoci spesso in serie difficoltà.

L’INCONSCIO SI NUTRE DI
TENSIONE EMOTIVA

Il mondo del lavoro sta cambiando a velocità impressionanti e siamo soggetti a pressioni  di vario tipo sempre più forti continuamente oltre ogni limite che crea in noi una certa confusione e stanchezza.

Se non hai un metodo preciso che ti consente di risolvere o fare una determinata cosa,  il rischio di commettere sempre gli stessi errori è altissimo perché IMPROVVISARE non porta grandi risultati.
Questo vale in qualsiasi ambito della vita, nelle relazioni  e nel lavoro!

Se al lavoro ti senti schiacciare e quello che accade ti fa arrabbiare cosi tanto che ti si gonfia la pancia, ti vengono gastriti, problemi allo stomaco, palpitazioni, calo di energie fisiche e mentali, demotivazione, frustrazione, disistima, calo del desiderio ecc, immagina come sarai fra 5 anni continuando a fare le stesse cose che fai adesso, e vedi che emozioni ti trasmette tutto questo.

Vediamo di comprendere come agiscono le emozioni nelle persone.

LE PREFERENZE EMOTIVE

Devi sapere che nelle Discipline Analogiche sono stati suddivisi diverse tipologie di persone, le quali hanno caratteristiche e preferenze differenti a livello logico e inconscio. Non ti farò una lezione completa di Discipline Analogiche, se veramente vuoi imparare questo al meglio lo puoi fare in altro luogo, ma voglio solo darti gli spunti necessari per comprendere meglio alcuni passaggi dell’essere umano nel modo più semplice possibile per conoscere meglio quale tipo di persona sei.

SE FAI TUE QUESTE NOZIONI IL TUO POTERE PERSONALE AUMENTERÀ A LIVELLO ATOMICI !

Mettiti in testa questa frase:
Quello che piace alla tua parte logica,
NON piace alla tua parte emotiva, e viceversa.

Cosa vuol dire questa frase?
Hai presente la classica frase che alle donne piacciono gli stronzi?
Più uno è gentile ed educato, e più viene calpestato e poco considerato!

Perché accade questo gesto controverso?

Perché alla logica da fastidio, ma all’inconscio invece piace, coinvolge perché da Tensione Emotiva, e siccome l’inconscio si nutre di Emozioni, ci va a nozze.

Chi ne paga le conseguenze è sempre la parte razionale, cioè l’individuo!

Per restare più semplice e comprensibile possibile ti parlerò di due tipologie  distinte di persone in cui ad alcuni chi piace la Comunicazione Assimetrica, a altri quella Complementare.

Detto in parole povere a livello emotivo e no razionale, c’è chi piace essere contraddetto (Assimetrica), e chi compiaciuto (Complementare).

Faccio l’esempio classico che uso nei Training o nelle sessioni di Coaching; dico alla persona di invitarmi a cena a mangiare la pizza, e do delle risposte differenti per far comprendere cosa accade a livello interno.
La prima volta acconsento senza fiatare, nel secondo invece mi scontro, ma vediamolo insieme.

ESEMPIO 1: ACCONSENTO
* Ciao Lele, stasera vieni a mangiare una pizza con me?
– Si la pizza, mmm ottima idea fatta, a che ora ci vediamo?

ESEMPIO 2: SCONTRO
* Ciao Lele, stasera vieni a mangiare una pizza con me?
– La pizza??? ma sei fuori? Ma daiiii noooo, andiamo a mangiare una bella bistecca, ti porto io un bel posto, dai fatta. La pizza proprio non mi va.

 

Bene, nel primo caso per entrambi ci sarà compiacimento senza nessun coinvolgimento emotivo perché non vi è scontro, quindi zero energia.
Nel secondo caso invece ci sarà chi si carica di tensione emotiva perché contraddetto  ma poi contento a livello emotivo, chi invece non gliene frega nulla perché mangiare pizza o pesce va bene lo stesso, basta passare la serata in compagnia.

Se non mi credi ti invito a provare questa simulazione con qualcuno per provare personalmente cosa provi. Ti assicuro che solo questo piccolo esercizio ti sarà utile capire meglio come gestire le tue emozioni in modo intelligente in certe situazioni simili anche in altri ambiti.

Se a livello logico dentro di te vuoi solo persone che siano compiacenti con te quando parli,  vuol dire anche che è molto probabile  a livello emotivo cerchi persone che si contrappongono a te creando cosi Tensione Emotiva, cioè carburante per l’inconscio.

ATTENZIONE: Prima di andare avanti con la lettura ti consiglio di fermarti e ragionare sui tuoi comportamenti, non permettere di perderti queste nozioni perché sono molto importanti.
Rifletti bene che non è un concetto facile da assimilare al primo impatto.

COSA SERVONO QUESTE NOZIONI?

Questo esempio della pizza, avviene continuamente nelle relazioni di vario genere, dal lavoro a quelle private, (vedi nel lavoro quando vieni contraddetto di continuo solo per non darti ragione), solo che se siamo consapevoli di quello che accade dentro di noi, cioè della tensione Emotiva che questo ci crea,  al posto di logoraci, è possibile gestire al meglio le nostre emozioni causate da questi comportamenti evitando i classici accanimenti logorroici e trarne pure vantaggio, altrimenti invece si rischia di accanirci senza concludere nulla di buono.

 

COME POSSO USARLO NEL LAVORO?

Il principio è lo stesso, cambia solo la dinamica, perciò è qui che una volta imparato a utilizzare questa filosofia al posto di arrabbiarti ogni volta che ti contraddicono sarai in grado di far fluire le emozioni e servirtene già in anticipo.

Perché dico questo? Perché la tensione emotiva è energia propulsiva, in più devi sapere che per l’inconscio non fa alcuna differenza tra una festa o un funerale perché come detto prima, si nutre di emozione, punto.

Detto ciò se fai Tuo questo concetto puoi veramente fare la differenza a livello di gestione delle energie usando le emozioni a Tuo vantaggio comprese quelle poco piacevoli.

Mi spiego meglio:
Supponi semplicemente di usare le situazioni più stressanti come Tuo distributore personale e trarre vantaggio, quindi quando hai qualcuno che ti crea tale “tensione emotiva”, al posto di evitarlo perché non riesci a sopportarlo, potrai andargli incontro volontariamente sfruttando la situazione a tuo favore.

Hai presente il vecchio detto che se non riesci a sconfiggere il tuo nemico fattelo amico?
Ecco…in modo analogico possiamo agganciarci a questo detto.
Serviti delle persone che ti danno energia emotiva!

Questo “nemico” può essere un tuo collega, il tuo capo, un cliente, non cambia, il punto è che quella persona crea in te un fastidio alla parte razionale, ma cibo energetico per l’inconscio.

Questo viene chiamato dal dott Benemeglio “spuntino emotivo”, cioè dare cibo alla nostra parte emotiva volontariamente.

Possibile? Si.
Facile? Un pò meno!

Questo che tu lo voglia o no avviene comunque, la differenza è saperlo e usarlo a proprio favore oppure contro!

Sarò sincero, riuscire a fare da soli una cosa del genere non è per niente facile perché serve una guida, un supporto che ti sostenga e prepari al meglio a questa nuova filosofia, ma una volta imparato a farlo potrai uscire e gestire anche le situazioni più difficili e acquisire energia emotiva a Tuo vantaggio senza più rimanere arrabbiato per ore e rovinarti giornate intere. Basta! 😎

In questo momento molto probabilmente forse sarai scettico, ma facciamo un piccolo ragionamento.
Per cambiare umore basta un attimo, può bastare una sola parola, una frase per passare dalla gioia alla rabbia o tristezza più totale.

Se è vero che esiste un verso, è anche vero che esiste anche un inverso,
e se è vero che possiamo passare da uno stato emotivo positivo a negativo in un secondo involontariamente,
vuol dire anche che possiamo fare il contrario, cioè bloccare la rabbia e tristezza volontariamente a trasformarla in uno stato positivo.

I nostri sensi, le nostre parole, i nostri pensieri hanno una vita propria, e questa vita deve essere vissuta e lasciata libera di esprimersi, evitando di essere rinchiusa in un buco nero.

Esistono diversi modi per gestire lo stress con le persone, ma quello che fa la vera differenza è la coniugazione perfetta di varie strategie che creano un vero MODELLO COMPLETO.
Non è un ingrediente unico che la ricetta, ma l’insieme di vari elementi !
Colori della voce, PNL, Respiro, Presenza Mentale, Filosofia Analogica.

 

Vuoi saperne di più sui colori della voce e dell’impatto che hanno a livello comunicativo?
Clicca qui:   Come gestire le Emozioni proprie e degli Altri usando i colori della voce.

Questo non è nemmeno l’antipasto di quello che puoi imparare per sfruttare al meglio la Tua intelligenza Emotiva nelle situazioni difficili.

Lo potrai fare anche tu Imparando il Metodo e metterlo in pratica,  e sarai in grado di gestire le situazioni e le persone più stressantie antipatiche in modo naturale e fluido, e trarre frutto quando le persone ti rispondono in malo modo evitando di farsi risucchiare energeticamente.

Il Metodo funziona perché si basa sulle regole e sulla meccanica istinuale dell’essere umano, è solo questione di imparare a  metterlo in pratica con un po di allenamento, e il divertimento è assicurato!

 

Emanuele Zanella – Mental Coach Analogista

Leave a comment