Emanuele Zanella, esperto di coaching. Posso aiutarti a sciogliere i blocci emotivi che ti impediscono di vivere appieno la tua giornata.

Segreti e Interferenze dell’Autostima leone Full view

Segreti e Interferenze dell’Autostima

Siamo tutti bravissimi a vedere i difetti degli altri, ma quante volte siamo veramente sinceri con noi stessi, e vediamo le cose come stanno?

Se ti chiedessi: Tu chi sei?….cosa risponderesti a parte il nome?

CHI SEI? Conosci la Tua identità?

In questo articolo eviterò categoricamente di scrivere le classiche nozioni infallibili per aumentare l’autostima che trovi nei peggiori bar, periferie ecc  perché sono solo una perdita di tempo, ma voglio andare direttamente al sodo, alla fonte.

Devi sapere che una scarsa autostima può rappresentare un enorme ostacolo nel percorso verso i nostri sogni ed obiettivi, indipendentemente che sia riconosciuta o meno a livello razionale. Quando smettiamo di credere in noi stessi, nelle nostre potenzialità e nelle nostre capacità, il mondo esterno e chi ci circonda inizia a prendere decisioni che spetterebbero soltanto a noi, ed è per quello che è importante aumentare l’autostima e fiducia in noi stessi.

Ma a sto punto è giusto chiedersi:

Sei sicuro di essere sicuro, o pensi di essere sicuro?
Sei insicuro, o hai delle insicurezze? (cosa ben diversa)
Perché hai queste insicurezze?

PRIMA NOTA IMPORTANTE

Allora, è importante smettere di dire ” sono insicuro!”, perché cosi vai a giudicare direttamente la Tua identità! Piuttosto cambia la frase più esatta dicendo “ho delle insicurezze”.

Cosi facendo eviti di etichettarti, e dai una valutazione meno invadente e più razionale a QUALI sono le Tue insicurezze, riuscendo cosi a capire su che ambiti le hai e devi migliorare.

Ascoltami bene! Se hai delle contratture, dici che sei contratto e che hai delle contratture? Bene..allora impara a farlo anche con la tua parte mentale ed emozionale ok?

BASTA RENDERE DIFFICILE IL FACILE!

Da qui si scende di livello, e si considerano le CONSEGUENZE di tutto questo, perciò si deve valutare attentamente cosa e quali sono le cause di queste insicurezze  esattamente come con le contratture.

LE INTERFERENZE DISTRUTTIVE

Ora ti dirò una cosa che sicuramente farai anche tu con te stesso e con le altre persone senza rendetene conto, perciò fai molta attenzione.

Immagina di fare una partita a calcio, pallavolo, boxe, o qualsiasi sport o pratica che tu fai, e che dopo averla fatta ti venga in modo eccellente, che non vuol dire perfetto, ma ECCELLENTE.

Hai fatto 99 cose giuste, e una sbagliata,  ma ti viene elencato da una persona cara solo la cosa sbagliata che hai fatto e basta. In quel momento che sei sensibile a livello emotivo e aspetti solo dei complimenti ti viene dato una legnata sui denti che ti mette a terra, che mette quel seme di insicurezza dentro di te, tralasciando completamente tutte le 99 cosi fatte giuste.

Beh, ti sembra giusto?

Bene, a sto punto cosa bisogna fare?

Fermare il tuo killer e dire quello che hai letto qui sopra:

“Senti, ho fatto 99 cose giuste, mi sono impegnato, e tu mi elenchi solo l’unica cosa sbagliata che ho fatto per farmi sentire una merda, grazie tante, ma vaffanculo! ”  (ci sta, non fare lo schizzinoso)

RICONOSCI I BLOCCHI

Questi eventi, possono creare dei blocchi forti che ti rendono insicuro, e quando pensi di essere insicuro, hai paura di sbagliare, perciò eviti di agire e resti fermo dove sei, lasciando cosi spazio agli altri e  perdendo le migliori occasioni della tua vita, e per cosa? Solo per dei pensieri falsi che si sono installati nella tua mente?

Quanti anni sono che ti senti cosi? 2-5-10-15?  Da quando eri piccolo?

Ricordati, NON sei insicuro, hai solo delle insicurezze!

Ora ti svelo il segreto di come si forma la disistima e come viene alimentata e confermata negli anni raccontandoti una storia di un ragazzo che ha fatto una sessione di coaching.

Ragazzo di trenta anni, moro, simpatico, denti bianchi e occhi nerissimi,  ad un certo punto della sua vita viene lasciato dalla ragazza dopo che gli dice che lo molla e che lo ha addirittura tradito più volte con più uomini, quindi oltre il danno la beffa.

UNO SCHIAFFO MORALE MORTALE!

Lui non riesce a dire una parola, resta li in silenzio perché gli si era bloccata la parola. L’unica cosa che è riuscito a fare in quel momento è ascoltare in silenzio, ma sopratutto (bloccare) le emozioni dentro di se, creando un blocco fortissimo.

Un bel blocco formato da molta rabbia e sofferenza mai espressa, cioè bloccata…un mix tremendo!
La batosta lo ha ferito cosi tanto che non è stato in grado di reagire nel modo giusto al momento quando serviva, e da quella volta non è più riuscito ad avere una ragazza perché pensava di non avere più le carte in regola oltre che la paura che si ripetesse lo stesso avvenimento ancora.
Usciva con gli amici ma non si divertiva più come una volta, non era più lo stesso, e allora beveva per cercare di compensare e far finta di divertirsi, ma dentro di lui un mostro continuava a mangiare e nutrirsi di lui, privandolo della sua identità.

Stava male..aveva perso il sorriso e la voglia di divertirsi.

Dopo mesi di (vengo..non vengo..vengo..voglio venire..devo venire..sono stanco di andar avanti cosi..vengo), una volta lo guardo dritto negli occhi e gli dico:

“Hai finito di prenderti per il culo si o no? O agisci, o resta cosi per sempre, ma almeno non rompere le palle!”

 

In quel momento spalanca gli occhi e dice: Ok vengo!

Sapevo già che stava male perché era stato lasciato dalla sua ragazza e voleva stare meglio, perciò sono partito subito seguendo le indicazioni del corpo per trovare i blocchi senza chiedere ulteriormente informazioni.

Senza che lui mi dicesse nulla con tecniche corporee, arriviamo al FATTO..cioè quando ha preso la batosta.
Da quel momento iniziamo a buttare fuori la cacca emotiva ( rabbia e sofferenza)…piange, suda, sbava quasi fino a vomitare per circa 10 minuti.

Lo lascio sfogare per bene, fino a che resta fermo per qualche minuto in stato di calma…gli dico di aprire gli occhi e di alzarsi in piedi lentamente. Gli chiedo come si sente, e lui mi risponde:

“Mmm, sento che ho tolto un peso, mi sento più libero, e tutta colpa di quella t…..”

A questo finiamo con l’allineamento energetico, un abbraccio forte e via a casa.

Il lunedì mi chiama e mi dice che fatalità andando a casa dopo la sessione, gli arriva una telefonata inaspettata. Lo chiamala la sua ex..quale occasione migliore per…e le dice quello che non è riuscito a dire quella volta, ma senza offendere, solo le giuste parole che meritava.

Poi mi racconta che il venerdì sera esce, e i suoi amici gli dicono cosa hai fatto? Sei diverso…sei tornato quello di una volta.

Lui fa finta di nulla, ma gli vengono a mente le mie parole.. “non è quello che fai, ma quello che hai dentro, è questione di energia!”
Quella stessa sera conosce una ragazza…la seduce con carisma e simpatia..e passa la serata insieme.. ..cosa che erano anni che non riusciva più a fare.

Dopo qualche settimana, mi dice che ha trovato pure un’altra ragazza, e che non beve più per divertirsi, ma si diverte liberamente lo stesso.

Il blocco è energia.. Libera l’energia, e gli eventi della vita cambiano!

Quando si lavora sugli impedimenti  liberando  le energie bloccate si cambia  radicalmente non solo quello che accade al proprio interno  ma anche quello che accade all’esterno e si  modificano gli eventi.

Che tipo di eventi?

Libera il blocco, e i tuoi sogni diventeranno realtà!
Tieni stretto i tuoi blocchi e non ti dico che non li avrai piu’, anzi  continuerai ad avere i tuoi sogni ma al momento in cui li stai quasi per esaudire  accadrà qualcosa che IMPEDIRA’ di raggiungerli.

E tu cosa scegli? Preferisci lasciare che la tua identità venga contaminata dagli altri  o vuoi prendere renderla libera?

Ora ti svelo  un’ultima cosa importantissima ma che in pochi dicono.

Se in questo momento ti sei reso conto di avere dei blocchi che ti creano degli impedimenti, se scegli di non fare nulla, di aspettare e vedere se il tempo sistemerà tutto, sappi che il NON FARE NULLA è il primo fallimento, è come mettere la testa dentro la sabbia e dare potere così a chi ti ha creato queste insicurezze, questi blocchi.

Se vuoi approfondire meglio come questi blocchi possono alterare lo spazio tempo, quindi Presente, Passato e Futuro nello sport e nella vita con spiegazioni chiare circa il ruolo delle emozioni sull’influenza degli eventi esterni  leggi Come influisce il lato oscuro della forza del passato nella vita e nello sport.

Quando non fai nulla, vuol dire che resti li impalato, vuol dire che non agisci, perciò qualche pensiero ha deciso per te quindi la tua vita non cambiera’; se invece valuti che anche tu hai  dei blocchi e sei stanco di averli e mi contatti, beh questa tua prima azione sappi che e’ il preludio del tuo stare meglio..della tua rivincita..uscirai dalla tua zona di confort e finalmente terreai tu in mano le redini della tua esistenza.

A te il libero arbitrio sempre…ma sappi che se continui a fare quello che hai sempre fatto nulla cambierà.

FAI RUGGIRE IL LEONE CHE E’ IN TE!

Come vedi, non ho messo le classiche dritte vestiti bene, stai con le spalle dritte, guarda negli occhi le persosne quando parli, usa dialogo interno positivo, pensa positivo o altro…nulla di tutto ciò.

A questo punto ti auguro buon viaggio!

Emanuele Zanella – Mental Coach.

Leave a comment